Nonostante gli italiani, in questo momento, siano costretti a tirar la cinghia, non ci pensano a rinunciare ad un amico a quattro zampe. Sono circa 60 milioni, infatti, gli animali domestici nel nostro Paese, in media uno per ogni cittadino. 

Il 55,6% degli italiani ha al proprio fianco il più fedele amico dell’uomo, ma il diretto concorrente felino lo segue a breve distanza (49,7%); gli animali esotici si collocano all’ultimo posto con lo 0,8%. E se non si fanno rinunce rispetto alla loro compagnia, secondo quanto emerso dai dati diffusi in occasione di Quattrizampeinfiera, la fiera del settore che si è tenuta il 18 e 19 aprile a Napoli, non se ne fanno neanche nel prendersene cura. 



L’aspetto principale che sta a cuore ai padroni di Bau e Miao è soprattutto quello che finisce nelle loro ciotole, un mercato che vale ben 1,7 miliardi di euro e che ha registrato una crescita nel 2014 pari al 2,1%. Un incremento simile a quello registrato per cucce, giochi, prodotti per l’igiene e guinzagli. Tutta questa attenzione per gli animali domestici è data sicuramente dal grande affetto che i pet lovers nutrono nei loro confronti, ma anche dalla diffusa convinzione (90% dei proprietari e 80% dell’opinione pubblica) che la loro presenza porti notevoli benefici nella propria vita.