PURINA rinnova il suo impegno al fianco dei Medici Veterinari per diffondere una corretta cultura PetCare, a partire dalla scelta della nutrizione migliore, e la buona pratica della prevenzione veterinaria, con la terza edizione de “Il Mese del Cucciolo”. “Siamo particolarmente orgogliosi di questo progetto, nato con lo scopo di aiutare i proprietari di cuccioli a comprendere che anche per i nostri amici a quattro zampe una corretta alimentazione e uno stile di vita sano sono fattori determinanti per una vita lunga e felice – dichiara Annalisa Franceschetti, Responsabile del Canale Veterinario – Siamo inoltre felici che il progetto raccolga negli anni sempre più adesioni: cardine del successo sono senza dubbio i medici veterinari, oltre 4300 aderenti a questa edizione, che hanno saputo valorizzare il proprio ruolo, ma anche le migliaia di proprietari di cuccioli che hanno iniziato con piede giusto una relazione senza paragone, quella con il proprio pet”.

I PARTNER
L’iniziativa, attiva dal 15 gennaio al 15 febbraio 2014, è nata dalla collaborazione con la Federazione Nazionale Ordini Veterinari Italiani (FNOVI) e l’Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani (ANMVI).

L'INDAGINE
Da un’indagine svolta da Purina nel 2013* per indagare l’importanza dell’alimentazione per i proprietari di pet, è emerso che saper scegliere la giusta alimentazione per il proprio pet fin da cucciolo aiuta a prevenire l’insorgere di diverse patologie. Quasi il 40% dei proprietari di animali indicano infatti la nutrizione come uno dei 3 fattori più importanti per la gestione del proprio amico a 4 zampe, assieme alla salute in generale e alle vaccinazioni. Tuttavia, solo il 20% dei possessori di animali si rivolge a medici veterinari per ricevere consigli sull'alimentazione del proprio pet. In particolare, sono sempre più numerosi i giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni (quasi il 30%) che indicano internet come una delle tre principali fonti di informazione sulla alimentazione del pet.

IL PARERE DEI VETERINARI
“Non più cura ma prevenzione è questo il traguardo culturale che vogliamo raggiungere sostenendo importanti iniziative come quella de Il Mese del Cucciolo, volta a promuovere un diverso approccio “educativo” alla cura dei nostri amici animali – dichiara Carla Bernasconi Vice Presidente della Federazione Nazionale Ordini Veterinari Italiani (FNOVI) –  “Il Mese del Cucciolo” è un’ulteriore occasione per far capire ai proprietari che i veterinari possono essere un valido e concreto aiuto nell’imparare a gestire tutti gli aspetti della vita di un cucciolo”.
“Nel corso degli ultimi anni sono sempre di più gli animali da compagnia, cani e gatti in particolare, entrati a far parte delle famiglie italiane. Purtroppo però a causa della crisi economica, nel corso dell’ultimo anno, un numero crescente di proprietari ha ridotto le visite di base dal medico veterinario, fonte autorevole e affidabile di informazioni per la cura e l’alimentazione dei pet – conclude Marco Melosi, Presidente ANMVI– Anche quest’anno abbiamo quindi voluto sostenere il Mese del Cucciolo perché crediamo che questa iniziativa possa aiutare i proprietari a rafforzare il riconoscimento del ruolo del medico veterinario, non solo come professionista indispensabile per garantire al proprio pet una vita in salute, ma anche come consulente a 360°”.

L'INIZIATIVA
Tutti i neo-proprietari di cuccioli sono invitati a prendere parte a “Il Mese del Cucciolo”, che  nel 2014 vivrà presso gli Ambulatori Veterinari aderenti, ma anche nei punti vendita del canale specializzato con giornate dedicate e tanti vantaggi, e su www.ilmesedelcucciolo.it . Sul sito infatti, sarà possibile registrarsi e accedere ad un percorso virtuale, che accompagnerà tutti gli utenti durante i 30 giorni con cinque step per ottenere l’attestato “Proprietario Certificato PRO PLAN”. In questo modo, anche la rete diventa uno strumento utile per diffondere corrette informazioni legate alla cura di un cucciolo, affiancando i Medici Veterinari.
“Nel corso degli ultimi anni sono sempre di più gli animali da compagnia, cani e gatti in particolare, entrati a far parte delle famiglie italiane. Purtroppo però a causa della crisi economica, nel corso dell’ultimo anno, un numero crescente di proprietari ha ridotto le visite di base dal medico veterinario, fonte autorevole e affidabile di informazioni per la cura e l’alimentazione dei pet – conclude Marco Melosi, Presidente ANMVI– Anche quest’anno abbiamo quindi voluto sostenere il Mese del Cucciolo perché crediamo che questa iniziativa possa aiutare i proprietari a rafforzare il riconoscimento del ruolo del medico veterinario, non solo come professionista indispensabile per garantire al proprio pet una vita in salute, ma anche come consulente a 360°”.