27 lug 2013

Amare come un cane
redazione - 7/27/2013 05:40:00 PM


La notizia è stata riportata solo dalla Stampa di Torino... eppure è una bella notizia. Claudio Baglioni, durante la serata conclusiva del Festival Gaber che si è tenuta a Viareggio (alla Cittadella del Carnevale) il 20 luglio, ha commosso tutti dedicando la canzone  “Quando sarò capace di amare”  al suo cane che, malato lo aspettava a casa.  
Salito sul palco il cantautore ha esordi scusandosi: “Vi chiedo scusa, non ho adempiuto ai miei doveri professionali, non ho provato oggi pomeriggio perchè avevo un piccolo problema con un affetto a casa”. quindi, dopola prima canzone, si è seduto al piano e prima di cominciare a cantare ecco la dedica:  “Canterò “Quando sarò capace di amare” e la dedico al mio piccolo cane che non sta bene e mi aspetta a casa”.  Ovviamente gli applausi hanno coperto la sua commozione.

Ecco il video postato in reta dalla Fondazione Gaber

25 lug 2013

Reptilia & Amphibia Day... a Cesena
redazione - 7/25/2013 11:07:00 PM


A leggere il programma si capisce subito ch non è un eventi per tutti... Già perché non tutti amano i rettili e gli artropodi.
Tuttavia l'appuntamente che si terrà nel padiglione fieristico di Cesena il prossimo 9 e 10 novembre è veramente speciale. Giunto al suo decimo anno di vita il Reptilia e Amphibia Day si preannuncia una mostra ricca e interessante. Insieme a rettili, anfici e "ragni" ecco anche piante carnivore e orchidee. E se non vi basta sappiate che a questa mostra è collegata anche la "classica" Internazionale Ornitologica di Romagna che vi permetterà di fare conoscenza con spettacolari canarini e meravigliosi uccelli esotici.


Accanto alla mostra scambio di rettili, anfibi e artropodi e prodotti per animali da terrario sono previsti convegni e seminari gratuiti per i visitatori (domenica), tenuti da esperti biologi, veterinari, allevatori, nonché esperti di normativa CITES. Previsto anche un seminario sugli "Aracnidi Pericolosi" in collaborazione con l'Associazione Italiana di Aracnologia.

In concomitanza con la mostra il Corso di Laurea in “Acquacoltura e Igiene delle produzioni ittiche” della Scuola di Agraria e Medicina  Veterinaria dell’Ateneo di Bologna e Ser.In.Ar., in collaborazione con Sera e Tarta Club Italia, nonchè  il sostegno di alcune primarie Aziende del settore: Anubias, EscheMatteo, F.I.E.M., La Casetta in Canadà, Maggie Rep, Mini Zoo, Kuda Tropical Fish, Petingros, e Testudo edizioni, organizza il 2° Corso di Erpetologia, che si terrà a Cesena (FC) il 10 novembre 2013 presso l’Aula Magna della Scuola di Psicologia e Scienza della Formazione in Piazzale Karl Marx n°180. 
Le lezioni verranno tenute da docenti del Corso di Laurea, da veterinari di fama internazionale e da qualificati esperti del settore tra cui un dirigente del C.F.S. esperto in normative C.I.T.E.S. 
Il programma è coordinato dal dottor Mosconi con il fine di fornire agli operatori del settore pet, ai veterinari e agli hobbysti elementi utili ad accrescere la propria professionalità e conoscenze migliorando il benessere delle tartarughe ospitate nel terrario, nel terracquario o in giardino, ottimizzandone così la gestione e una legale detenzione. 
Alla fine del Corso verrà rilasciato dall’Università un Attestato nominativo di partecipazione. 

Per informazioni consultare il sito oppure contattate Luigia Binetti (0547-368311 -lbinetti@criad-unibo.it)


Se amate le tartarughe... segnatevi questo appuntamento




24 lug 2013

Quando c'era Carosello
redazione - 7/24/2013 02:57:00 AM


Carosello, il mitico programma televisivo che per vent’anni, dal 3 febbraio 1957 al 1° gennaio 1977, ha tenuto compagnia agli italiani, è un vero e proprio fenomeno di costume e quindi specchio animato della società di quegli anni. Appuntamento serale diventato da subito un momento focale della giornata soprattutto per il pubblico più giovane: “dopo Carosello tutti a nanna” era una specie di parola d’ordine per le famiglie e la minaccia di “andare a letto senza Carosello” era ben più efficace che quella di andarci senza frutta o senza dolce

Carosello è stato un contenitore di pubblicità televisiva nato quando le trasmissioni sull’unico canale italiano, in bianco e nero, avevano appena compiuto tre anni. Andava in onda tutte le sere, dieci minuti prima delle 20, composto da quattro spettacolini pubblicitari da 1 minuto e 45 secondi più il “codino” pubblicitario” di massimo 30 secondi. Dal momento che nessuno spot poteva essere replicato, le aziende erano quindi costrette a presentare ogni sera un nuovo spettacolo di qualità, sia pure serializzato, al quale abbinare il proprio marchio e i propri
prodotti.
A distanza di quarant’anni dalla fine di quell’era irripetibile, ancora filmati, slogan, musiche e modi di dire creati per quelle pubblicità sono ricordati con simpatia e nostalgia da chi li ha accolti nella propria memoria e sanno ancora incuriosire e affascinare il pubblico giovane di oggi. Sarà per la patina vintage o perché a Carosello hanno lavorato le firme migliori, i registi più importanti, attori e presentatori e creativi di una televisione di qualità, con la quale si andò formando anche il gusto dell’Italia

In molti caroselli i nostri amici animali erano le star principali... settimanalmente vi proporremmo una scelte dei più divertenti e interessanti.. Incominciamo con quello di Clorodont con Virna Lisi


23 lug 2013

Cagnolini e gattini... dolcissimi
redazione - 7/23/2013 01:22:00 AM

Il cake design è una moda diffusissima ed è decisamente servire in tavola torte artistiche e spettacolari. Ma se non sì è artisti e, soprattutto, non si ha il tempo e la manualità?
Si bara... ovvero si ricorre a dei pratici stampi in silicone che permettono di realizzare in breve tempo dolci dalle forme più diverse.

La Illimani-Italia, una giovane ditta specializzata nella distribuzione di prodotti per il cake design e la "cucina" artistica ha da poco messo in vendita una serie di stampi, i Cioko-ice in silicone che permettono di realizzare (come fa intendere il nome) cioccolatini  ma anche ghiaccioli. Ogni placca in silicone costa 10 euro e permette di realizzare 12 prodotti alla volta.

Accanto ai Cioko-ice cagnolini e gattini  c'è la piastra per realizzare dolci animali della fattoria, fiori, farfalle e anche elefanti. E se volete sbizzarrivi ci sono gli stampi per fare docli a forma di cuori, di stelle e persino di chiavi inglesi o lucchetti.

Per saperne di più cliccate qui



19 lug 2013

Bentornato Simon's Cat
redazione - 7/19/2013 07:56:00 PM


Simon's cat è il protagonista di una serie di corti realizzati in flash da  Simon Tofield per la casa di produzione inglese Tandem. Realizzati in modo semplice e con un tratto caratteristico denotano una profonda conoscenza della filosofia felina. Fino a oggi Simon's Cat, uno splendido esempio di UrbanCat, è la star di una lunga serie di corti pluripremiati e come se non bastasse dal  dicembre 2009 è anche protagonista di un libro di vignette. 
Se volete saperne di più tenete d'occhio il suo canale su You Tube.

Questo è il suo ultimo lavoro. 

Buon divertimento


Viaggiare in Europa
redazione - 7/19/2013 06:57:00 PM

Nell'Unione Europea vivono, secondo gli ultimi dati, 64 milioni di gatti e 66 milioni di cani! In sostanza, nel territorio europeo, circa una famiglia su quattro ha un animale domestico. 
Una delle problematiche principali degli animali domestici europei è senz’altro quella degli spostamenti tra uno Stato e l’altro dell’Unione. Recentemente, però, il Parlamento ha approvato una norma destinata a semplificare la vita ai proprietari di animali domestici che si muovono da un Paese all’altro. Viaggiare nell’Unione Europea con il cane e il gatto sarà presto più facile. La nuova normativa stabilisce, infatti, criteri più chiari circa la vaccinazione antirabbica e i passaporti richiesti per gli animali da compagnia. 


IL PASSAPORTO
Lo speciale passaporto per animali domestici (cani, gatti e furetti) consente l'identificazione dell'animale e del suo proprietario. Il documento riporta tutte le pratiche veterinarie effettuate, il numero identificativo del microchip e altre informazioni. Le autorità del Regno Unito, dell'Irlanda, della Svezia e di Malta richiedono inoltre che, per i prossimi cinque anni, i passaporti riportino la trascrizione delle analisi per gli anticorpi della rabbia. I proprietari degli animali da compagnia diretti nei Paesi dell'Unione Europea, quindi, sono obbligati, prima di partire, a richiedere il rilascio del passaporto. Il documento unico europeo deve essere richiesto al Servizio Veterinario della propria Asl.

IL TANSPONDER
La legge, approvata a Strasburgo con 592 voti a favore, 7 contrari e 4 astenuti aggiorna quella scritta nel 2003. Sostanzialmente stabilisce che i lasciapassare per i nostri amici animali debbano essere rilasciati da un veterinario abilitato e debbano specificare il codice del transponder, i dettagli della vaccinazione antirabbica e altre informazioni sullo stato di salute dell’animale. In particolare, il transponder è un microchip elettronico, contenuto in una capsula di vetro biocompatibile che contiene le informazioni sull’animale e che dovrà essere collocato in una zona dell’orecchio del cane o del gatto. Senza il transponder, l’accesso oltre confine potrà essere negato.

5 ALLA VOLTA
Oltre a questo nuovo microchip, che andrà a sostituire gradualmente il tatuaggio (ancora valido ma solo se leggibile e applicato prima di luglio 2011), la nuova normativa introduce alcune novità come, per esempio, il divieto di passare i confini con più di cinque animali. Questa restrizione è stata ritenuta necessaria per impedire, o comunque scoraggiare, qualsiasi abuso della normativa per fini commerciali. I proprietari, però, possono essere esentati qualora dimostrino che stanno prendendo parte a un concorso, una mostra, una competizione sportiva o ad altri eventi che prevedano il trasporto di più di 5 animali contemporaneamente. 

Le nuove regole dovrebbero diventare operative all’inizio del 2015.

Attenti al fumo
redazione - 7/19/2013 05:08:00 PM


Che fumare faccia male non è certo una novità; che il fumo passivo, quello respirato indirettamente quando si sta vicino a un fumatore, sia altrettanto nocivo di una sigaretta, lo sanno tutti. Adesso, però, è ufficiale; il fumo passivo non nuoce solo alle persone ma, anche, agli animali, tanto da favorire lo sviluppo di alcune tipologie di cancro. Un recente studio della dottoressa Val Mills, team leader del Buckinghamshire SmokeFree Support prova, infatti, che l’incidenza dell’insorgenza di tumori nei pet di proprietà di fumatori incalliti è doppia rispetto a quella di animali posseduti da persone che non fumano. Più precisamente, lo studio rivela che i cani esposti al fumo hanno molte più probabilità di sviluppare tumore al naso o ai polmoni rispetto ai cani non esposti. I gatti che vivono con i fumatori, poi, hanno il doppio delle probabilità di sviluppare il linfoma felino, una grave forma di cancro del sangue e del sistema immunitario.

Un altro problema per gli UrbanDog

E non è finita: non bisogna dimenticare che spesso i nostri amici a quattro zampe mangiano ciò che trovano per terra e le cicche di sigarette rappresentano un pericolo concreto. Piene di sostanze tossiche, potrebbero causare degli avvelenamenti gravi, persino mortali o, comunque, da non sottovalutare. Un motivo in più per smettere di fumare e per stare molto vigili e attenti quando portiamo il nostro amico a passeggio: i nostri marciapiedi, infatti, sono purtroppo pieni di mozziconi di sigarette.





Dylan Dog: una storia da leggere
redazione - 7/19/2013 04:42:00 PM



Nel suo nome c’è scritto tutto. Il famoso Dylan Dog, “l’indagatore dell’incubo” dei fumetti ideato da Tiziano Sclavi, da sempre è schierato al fianco dei cani e degli animali. Lo fa nuovamente, nel ruolo di testimonial di eccezione di “Monza for Animals”, iniziativa per raccogliere fondi da destinare all'Enpa brianzolo per il completamento di un centro di recupero degli animali da laboratorio sfuggiti o sopravvissuti alla vivisezione.
Il protagonista degli albi a fumetti della Bonelli Editore è, infatti, il protagonista del libro illustrato “Dylan Dog & Botolo: incubo a Montiscuri”, edito da Trantran, con la sceneggiatura di Giovanni Gualdoni, illustrazioni di Sergio Gerasi e impaginazione di Fabrizio Grigolo e di Andy (che dopo l'esperienza musicale dei Bluvertigo si è dedicato alla grafica e al design). Il volume costa 10 euro ed è disponibile online sul sito dell'editore.

Ecco alcuni esempi delle campagne contro l'abbandono che hanno avuto DD come testimonial.






06 lug 2013

Storie di Cani
redazione - 7/06/2013 01:36:00 AM



Ecco un libro che farà la felicità di chi ama le storie che hanno per protagonista assoluta il cane, in tutta la sua irresistibile complessità. La donna che parla con i cani raccoglie infatti venti storie di cani che riescono a commuovere, divertire e insegnare.
La sua autrice, Maike Maja Nowak, è una esperta “comportamentalista canina” che nel corso della sua carriera ha dovuto affrontare molti casi di cani “difficili”, risolti migliorando il rapporto tra animale e uomo, unendo quindi la psicologia canina con quella umana.




La donna che balla con i cani, edito da Salani (costa 15 euro), è un libro divertenete e struttivo al tempo stesso, non solo per gli appassionati cinofili.

02 lug 2013

Il potere ai Mici
redazione - 7/02/2013 01:17:00 AM


Sono davvero molti i protagonisti della storia, della cultura e dell’arte che hanno avuto al loro fianco un piccolo felino che ha fatto loro compagnia, li ha rallegrati e, chissà, forse anche ispirati. Nel suo breve ma gustosissimo Gatti di Potere (Mursia, 120 pagine, 11 euro), Marina Alberghini ci racconta la storia dei mici che hanno frequentato le stanze del potere: per dirla con le parole riportate in copertina, "Dietro ogni grande Uomo, c'é stato un grande Gatto che ha mosso le fila della Storia e ha portato al potere il suo amico umano. Dalla regina Vittoria a papa Leone XII, da Lenin a Rosa Luxembourg, da Lincoln a Churcill: tutti i grandi della Terra hanno avuto gatti astuti consiglieri" . Insomma, un libro per chi crede che la storia l’abbiano fatta (anche) i gatti… 




Post più letti

Scriveteci

Nome

Email *

Messaggio *